loading...
Blog

Questo test IQ virale ha YouTubers in opposizione tra di loro, quindi qual è la risposta?

Alcune persone possono ottenere un po ‘confuso su questo brainteaser. Molti non sanno come andare a risolverlo, come sembra che non si aggiunga! Puoi capire bene?

Si afferma che questo problema difficile della matematica, condiviso sui social media, può essere risolto solo come un “genio”. Se sei rimasta a graffiare la testa, non ti preoccupare, forse non sarai il primo! Sembra semplice, ma non è così semplice – a meno che tu non sia in grado di pensare al di fuori della scatola.

Quindi, hai il cervello per risolverlo? Prova prima di scorrere giù per la soluzione.

E così, ecco dove inizia il divertimento. Date un’occhiata a alcuni di questi commenti di YouTube; si può ottenere un po ‘più intrattenuto, o no!


© YouTube Screenshot | MindYourDecisions

Molti hanno scelto la soluzione finale di 256. Sei d’accordo?


© YouTube Screenshot | MindYourDecisions

Anche 81 era una risposta fornita da YouTuber. Alcuni non sono d’accordo con la sua metodologia


© YouTube Screenshot | MindYourDecisions

Beh, come circa 24? Ti sembra logico a te?


© YouTube Screenshot | MindYourDecisions

Bene, offriamo qualche aiuto. Provare a moltiplicare i numeri dopo aver riassunto i numeri in ciascuna parentesi.

Se andate da questo, il tuo lavoro dovrebbe essere: 11 x 11 = 4.

Pertanto, la soluzione sarà (1 + 1) x (1 + 1) = 4.

Così 22 x 22 = 16, la soluzione è (2 + 2) x (2 + 2) = 16.

Prendi la logica? Quindi prova a risolvere l’ultima somma!

33 x 33 =?

Soluzione: (3 + 3) x (3 + 3) = 36

È quello che hai? O non sei d’accordo?

Abbassa La Testa E Inizia Ad Intrecciare I Capelli: Con Poche Mosse Ottiene Un’acconciatura Stupenda

Avete pochissimo tempo per sistemare i vostri capelli ma desiderate comunque poter uscire con un’acconciatura diversa dalle solite? Ecco una treccia semplicissima da fare, ma molto particolare: per farla si inizia abbassando la testa verso il basso, in modo da avere tutti i capelli penzolanti. Intrecciate le ciocche aderenti al capo e terminate con uno chignon sbarazzino!

Ecco la nuova MAXI-TRUFFA su Enel, Tim-Telecom e Agenzia delle entrate.

Attenzione alla nuova maxi truffa su Enel, Tim-Telecom e agenzia delle entrate.ecco cosa non dovete fare assolutamente per non esserne vittime.

Attenzione se vi arrivano mail da Enel, Tim-Telecom o anche Agenzia delle entrate in cui si inviano bollette o cartelle esattoriali i cui importi risultano esorbitanti (senza contare che il fisco non invia cartelle via mail a normali indirizzi dei contribuenti). Prudenza si usi anche nel caso di rimborsi su tasse non pagate, questionari o vincita di premi, ricevuti sempre nello stesso modo. Si tratta di “fake”, cioè falsi, che hanno uno scopo fraudolento: non solo in qualche caso installare virus sul computer di chi apre gli allegati, ma rubare username e password da utilizzare poi per truffe online.

aaatruffeonline3

 

 

 

Come si fa a scoprire se una comunicazione elettronica è vera o falsa? Innanzitutto chi ha chiesto l’invio della fattura elettronica da un gestore, la riceve solo in formato pdf: dunque chi dovesse vedersene recapitare una che ha in allegato un file in formato zip (compresso), non lo scarichi né lo apra perché “eseguirà” un programma sul computer bersaglio che lo metterà in pericolo. A maggior ragione, non si faccia nulla se in allegato o dentro lo zip si trova un file exe: in questo caso vale lo stesso discorso di cui sopra, è un programma e non un pdf con il dettaglio dei consumi.

Che fare allora se si riceve una comunicazione fraudolenta? Sicuramente non va aperta e se all’interno ci sono dei link, non si deve cliccare sopra. Se lo si fa, si può vedere come la pagina web che si apre non è quella del gestore o dell’Agenzia delle entrate, ma siti, in genere stranieri. Nel caso si sia caricata la pagina, va abbandonata subito e mai si devono fornire dati personali, compresi username e password. Dunque si deve cancellare la mail oppure ci si può rivolgere alla polizia postare per denunciare quanto accaduto.

fonte

Il pitbull senza guinzaglio si precipita verso il bambino in lacrime. Il padrone non può che accettare quello che è successo dopo.

Su Facebook Stacie Rae English ha raccontato quanto successo qualche sera fa, quando il fratello ha portato fuori il suo meticcio di pitbull senza guinzaglio:

“Mio fratello Shelby era andato a fare il consueto giro nel nostro quartiere con il suo meticcio, un incrocio tra un pitbull e un labrador di nome Hurley. Erano le 22 circa. In genere lo porta fuori verso quell’ora, in modo da poterlo tenere senza guinzaglio e lasciargli fare quello che ama di più: annusare i diversi odori. All’improvviso hanno sentito le urla di un bambino, e prima ancora che mio fratello se ne rendesse conto, Hurley è corso nella direzione delle grida. Quando Shelby si è avvicinato ha visto sbucare fuori il cane con in bocca un serpente testa di rame.

Abbiamo scoperto dopo che Hurley lo aveva ucciso. A quel punto il bambino è corso verso la macchina della madre e si sono allontanati in tutta fretta. Mio fratello non aveva alcuna informazione sul piccolo. (Abbiamo pensato che fossero scappati in ospedale, dal momento che il poverino era stato morso). Shelby ha chiamato la segreteria del controllo animali e la polizia si è presentata sul posto. Hanno chiesto di poter esaminare il cane per capire se fosse stato morso a sua volta.

 

 

 

 

Con grande sorpresa di mio fratello, Hurley sanguinava, aveva il collo gonfio e la bava alla bocca. Gli sono stati trovati due segni di morsi sul labbro superiore. Shelby è corso nella clinica veterinaria più vicina, il Denton Animal Emergency Hospital, dove Hurley è stato trattenuto per la notte per poterlo tenere sotto osservazione costante. Il giorno dopo è stato dimesso e per fortuna adesso sta meglio. Anche se pare non tolleri molto il gonfiore su collo e faccia.

Abbiamo poi scoperto che il ragazzino era inciampato in un covo di serpenti e Hurley probabilmente lo ha protetto dai morsi, o almeno gliene ha risparmiato qualcuno. Stiamo ancora cercando di conoscere l’identità del piccolo e le sue condizioni di salute. E questo è il nostro pitbull, un eroe. Spero che la sua storia possa circolare e arrivare anche a chi condanna i cani di questa razza”. 

Contrariamente alla loro reputazione non tutti i pitbull sono pericolosi. Molto dipende dai padroni e da come vengono allevati. Hurley ha rischiato la propria vita per un bambino e ha dimostrato di avere un cuore grande.

Dicono al medico che ha la voce piú bella che abbiano mai sentito – 1 mese dopo, possiamo solo piangere

È fantastico scoprire una voce nuova, soprattutto quando il cantante è una persona incredibile. Brandon Rogers è un medico di 30 anni del Maryland, Usa. Adora il suo lavoro, ma è anche un grande appassionato di musica. Il video di Boys II Men’s, “On Bended Knee” era diventato virale qualche tempo prima. Quando lo hanno scoperto, i produttori di America’s Got Talent hanno voluto invitarlo a partecipare al programma. Brandon era così emozionato:

“E’ stata un’esperienza molto difficile ad avermi convinto a diventare medico. Avevo 6 anni, e quando sono ritornato a casa da scuola, ho trovato mia madre in un bagno di sangue.

Ci siamo precipitati in ospedale e i medici si sono comportati come degli eroi. Le hanno salvato la vita e mi hanno ispirato a diventare medico.”

Il ragazzo era determinato a passare le audizioni, ma voleva anche dimostrare a tutti che non avrebbe mai smesso di essere un medico.

“Il mio modo di affrontare lo stress è sempre stato la musica. Se potessi trovare un modo di combinare la mia passione per la medicina con quella per la musica, sarebbe davvero la realizzazione di un sogno.”

 

 

 

 

In seguito il medico inizia a cantare ‘Ribbon In The Sky’ di Stevie Wonder. Nel giro di qualche secondo il pubblico viene completamente conquistato dalla voce di Brandon. Anche la giuria è affascinata.

Sfortunatamente la sua storia è finita tragicamente. Brandon è morto lo scorso 11 giugno durante un incidente stradale ancor prima che la sua performance venisse trasmessa in TV. La sua famiglia ha voluto trasmetterla lo stesso per rendere omaggio a questo uomo incredibile.

E’ giusto arrabbiarsi quando i ciclisti pedalano in gruppo? La risposta è nel Codice della Strada

Con il presente articolo intendiamo fare chiarezza in merito ad una questione che sta a cuore a tanti automobilisti e ciclisti.

Gli automobilisti in genere si lamentano del fatto che i ciclisti pedalano nel bel mezzo della strada, ostacolando il passaggio alle automobili. A tale riguardo sono note le classiche battute del tipo: “Dite ai ciclisti che possono salvare il mondo anche se pedalano un po’ più a destra” e l’eterna diatriba tra ciclisti e automobilisti appare non voler mai cessare di esistere. Vediamo allora chi ha ragione: cosa dice a riguardo il codice della strada?

Secondo il codice della strada hanno ragione gli automobilisti: i ciclisti infatti dovrebbero procedere in una fila unica in tutti i casi dove la situazione della circolazione lo richiede, e comunque non è mai possibile essere più di due su una stessa fila. Al di fuori dei centri abitati, la situazione cambia: in quel caso, i ciclisti sono obbligati a procedere per una fila unica, tranne nel caso in cui l’altro ciclista sia un minore di anni 10 affiancato da un ciclista adulto.

 

 

 

 

La legge parla quindi chiaro: le regole ci sono e vanno fatte rispettare. A ben vedere, i motivi per cui molti ciclisti viaggiano affiancati in gruppi di due o di tre può essere legato anche alla sicurezza, visto che in questo modo il gruppo dei ciclisti occupa in lunghezza meno spazio, consentendo alle auto di poterli superare più rapidamente. Ma questo ragionamento, pur essendo valido, come abbiamo visto non va d’accordo su quanto invece scritto nel codice della strada.

Dato che il presente articolo toglie finalmente ogni dubbio in merito all’argomento, si rivela essere particolarmente utile per tutti coloro avessero delle perplessità a riguardo. Per tale motivo, ne suggeriamo a tutti la condivisione, perché è giusto che cose importanti come questa si sappiano. Grazie per la collaborazione.

fonte

Come eseguire lo Stretching del muscolo Piriforme per sbarazzarti di Sciatica e Dolore all’Anca

La sindrome del piriforme venne definita per la prima volta nel 1928 da Yoeman ed è una patologia dovuta alla compressione meccanica del nervo sciatico da parte del muscolo piriforme.

Questa patologia è sempre più frequeste visto l’aumento della sedentarietà e colpisce in modo particolare il sesso femminile: le statistiche parlano di un rapporto di 6 donne ogni uomo colpito.

Sintomi della sindrome del piriforme

sintomi della sindrome del piriforme sono molto simili a quelli di una classica sciatalgia, solo che in questo caso l’irritazione del nervo sciatico avviene a causa dell’irrigidimento e del conseguente aumento di volume del muscolo piriforme.

Questa situazione scatena dolori e parestesie a livello del tratto lombare (lombalgia), dell’inguine, del perineo, della regione glutea e dell’anca, della parte posteriore della coscia e della gamba, giù fino alla pianta del piede.

La sintomatologia di questa sindrome particolare può comprendere anche la formazione di un rigonfiamento a livello del sacro e del gran trocantere, oltre a deficit motori: in molti casi la persona colpita non è più in grado di compiere la propria attività fisica o lavorativa in modo tranquillo e spesso riesce viene limitata anche nella normale vita quotidiana.

In casi più isolati può dare problemi e dolori durante i rapporti sessuali, ma anche al retto durante la defecazione.

Cause che aumentano il dolore sciatico

Il dolore sciatico dovuto alla sindrome del piriforme tende ad aumentare e a presentarsi in fase più acuta quando si rimane molto tempo in posizione seduta e in particolar modo con il femore leggermente intraruotato.

Un altro fattore scatenante il dolore è sicuramente lo sforzo fisico troppo intenso sia nello sport che nel lavoro: in molti casi il dolore si presenta quando ci si irrigidisce per non cadere, quando correndo si eseguono cambi repentini di direzione non previsti (il piriforme agisce per limitare l’intraruotazione), o quando si appoggiano grossi pesi a terra abducendo e flettendo le anche.

 

Come individuarla

Quando il soggetto rimanendo in posizione sdraiata supina vede il suo piede ruotato verso l’esterno, significa che anche il femore ha subito una extrarotazione: questo è un chiaro segno della tensione a carico del muscolo piriforme o di altri suoi muscoli agonisti.

Il movimento più semplice per valutare il piriforme e gli altri muscoli extrarotatori dell’anca consiste nel semplice accavallamento delle gambe come in genere fanno gli uomini: ciò, in caso di sindrome del piriforme dovrebbe scatenare dolore o intorpidimento nella gamba piegata; in molti casi questo movimento viene proprio impedito dal dolore acuto.

 

 

 

Un test che viene spesso eseguito per valutare la tensione del piriforme consiste nel far posizionare la persona prona con il ginocchio fletto passivamente a 90°, portando la gamba verso l’esterno: questa azione provoca una rotazione interna del femore stirando il muscolo piriforme che se infiammato provocherà dolore muscoalre (test di Freiberg).

Un altro test molto valido è quello di Pace e Nagle: il paziente si posizione seduto con le gambe piegate fuori dal lettino: il test è positivo quando provoca dolore in caso di abduzione ed extrarotazione isometrica contro la resistenza delle mani di chi esegue il test Esistono altri test come quelli di Saudek, di Mirkin e Faber.

Esercizi di stretching per la Sindrome del Piriforme

Vediamo insieme quali sono gli esercizi di stretching più efficaci per allentare la tensione del muscolo piriforme.

Chi soffre della sindrome del piriforme, sente dolore al centro del gluteo, che si può irradiare lungo la parte posteriore della coscia, sino a dietro al ginocchio. I movimenti più dolorosi sono proprio le rotazioni, in particolare quando si accavallano le gambe da seduti o ci si gira nel letto. Alcuni esercizi di stretching possono aiutare a recuperare il normale allungamento del piriforme durante i movimenti di adduzione-intra-rotazione del femore poiché il muscolo viene gradualmente stirato.

1° esercizio

Distesi su un tappetino in posizione supina (in posizione orizzontale, con la schiena appoggiata a terra) afferrate il ginocchio destro con entrambe le mani appoggiando il piede sinistro sul ginocchio destro. Portatelo verso il petto e mantenere questa posizione 5-6 secondi. Tornate lentamente alla posizione di partenza e poi ripetete con l’altra gamba.

2° esercizio

Sedetevi sul tappetino con le gambe allungate e flettete la gamba destra verso l’interno coscia, mentre la gamba sinistra verso l’esterno. Mantenete questa posizione per 5-6 secondi e rilasciate, poi ripetete con l’altra gamba.

In questo video vengono spiegati entrambi gli esercizi in modo molto chiaro.

3° esercizio

Seduti su una sedia mettete il piede destro sulla coscia sinistra, facendo una leggera pressione con la mano sul ginocchio della gamba che è coinvolta nell’allungamento. Mantenete questa posizione da 30 secondi ad 1 minuto e poi ripetete lo stesso esercizio con l’altra gamba. Di seguito un video molto chiaro per eseguire l’esercizio in modo corretto.

fonte

La data di nascita ha 5 significati nascosti. Ecco I calcoli segreti che devi fare per saperli

Ogni essere vivente riceve, al momento della nascita, un’impronta astrale, caratterizzata dalle energie presenti in quel momento che determinano le caratteristiche di base e lo rendono sensibile, nel corso della sua esistenza, alle energie affini secondo il noto fenomeno della risonanza.

Dal punto di vista delle filosofie esoteriche, il momento della nascita non è casuale, ma avviene in funzione delle configurazioni astrali, se sono in accordo con il destino che noi stessi abbiamo determinato tramite ciò che abbiamo fatto nelle incarnazioni precedenti.

In ultima analisi, quindi, gli astri influiscono ma sempre in conseguenza di ciò che è stato messo in atto da noi stessi, che siamo i veri e unici artefici del nostro destino.

La numerologia è la più importante scienza psichica a cui tutte le altre (Astrologia, Tarocchi, ecc.) fanno in qualche modo riferimento; fin dall’antichità infatti ed in tutte le civiltà i numeri erano comunemente utilizzati per interpretare la realtà e predire il destino dell’uomo. Gli storici credono che la moderna numerologia sia un insieme di insegnamenti che derivano dall’antica babilonia, da e i suoi seguaci (VI Secolo A.C. Grecia), dai primi misticismi cristiani, dalla Filosofia astrologica da Alessandria D’Egitto, dall’occultismo dell’antico gnosticismo e dal sistema ebreo del Kabbalah. L’indiano “Vedas”, il cinese “Circle of the Dead”, e l’egiziano “Book of the Master of the Secret House”, (Rituale della Morte), danno una chiara dimostrazione di come la Numerologia è utilizzata e studiata da centinaia di anni. (1) Il principio di base consiste nel considerare i numeri entità che emanano frequenze vibrazionali che influiscono ed influenzano la vita dell’uomo; non soltanto quindi quantità aritmetiche utili per misurare ed effettuare calcoli, ma elementi simbolici che interagiscono con la realtà dell’UNI-verso (ognuno dei quali è originato dall’unità e ha una sua propria frequenza). L’Uno, difatti, è la potenza generatrice da cui tutti gli altri numeri discendono.

Come si applica la Numerologia

La numerologia utilizza il linguaggio simbolico dei numeri, considerato universale e atemporale. In ogni data o parola, eseguendo un processo di calcolo o di metodo, può essere identificato un numero elementare, compreso tra 1 e 9 (oltre a questi, esistono altri numeri, che approfondiremo più avanti, denominati Maestri che sono l’11, 22, 33 e quelli Karmici: 13, 14, 16, 19).

Ciascun numero elementare ha un suo significato simbolico da cui derivano le caratteristiche e le tendenze positive e negative delle persone influenzate da quel numero. L’interpretazione del numero relativo a ciascun elemento derivato dal nome e dalla data di nascita (o dalla combinazione di entrambi) fa riferimento a queste caratteristiche che devono essere “tradotte” per l’analisi che in quel momento si sta effettuando. La numerologia è quindi un utilissimo metodo di autoanalisi e di introspezione.

ANALISI DELLA DATA DI NASCITA

Dalla data di nascita possiamo individuare 5 importantissimi fattori, con i quali avremo modo di comprendere meglio

1 – ANIMA (CHI SIAMO)

2 – KARMA (COSA DOBBIAMO FARE)

3 – DONO (LE NOSTRE DOTI)

4 – DESTINO (IL NOSTRO DESTINO)

5 – REALIZZAZIONE (COME CI REALIZZEREMO)

Ecco come questi vengono calcolati:

1) Il GIORNO DI NASCITA risponde alla domanda CHI SIAMO identifica l’ANIMA, la nostra personalità e il nostro essere interiore,

2) il MESE DI NASCITA risponde alla domanda CHE COSA DOBBIAMO FARE Identifica il KARMA, il nostro rapporto con il mondo esterno, il percorso che ci siamo prefissati per questa vita;

3) le ULTIME DUE CIFRE DELL’ANNO DI NASCITA rispondono alla domanda QUALI SONO LE NOSTRE DOTI descrivono il nostro DONO le nostre caratteristiche innate, già sviluppate, sulle quali poter contare.

4) La SOMMA DELL’ANNO DI NASCITA risponde alla domanda COSA SIAMO DESTINATI A FARE e COSA SIAMO DESTINATI A ESSERE; delinea il nostro DESTINO, ovvero ciò che siamo destinati ad essere, è anche una descrizione di come ci vedono gli altri e

5) La SOMMA COMPLETA DELLA DATA DI NASCITA rappresenta la nostra VIA DI REALIZZAZIONE delinea lo scopo, la strada da percorrere per la nostra più elevata realizzazione per vivere una vita serena.

Esempio di CALCOLO per una persona nata il 13/03/1961 come ANIMA = 13 quindi 1+3 = 4 come KARMA = 3 come DONO = 61 quindi 6 + 1 = 7 come DESTINO = 1961 quindi 1 + 9 + 6 + 1 = 17 quindi 1 + 7 = 8 come REALIZZAZIONE = 13 + 3 + 1961 quindi 1 + 3 + 3 + 1 + 9 + 6 + 1 = 24 = 2+4 = 6

Ebbene, con questo articolo abbiamo dato un breve sguardo alla Numerologia che ci insegna a conoscerci meglio e ci fornisce in breve tempo un ritratto di noi stessi che viene poi confermato e approfondito dall’analisi della carta numerologica completa.

Andiamo a scoprire il SIGNIFICATO ESOTERICO DEI NUMERI DA 1 A 9

Abbiamo visto come si individuano i numeri in grado di individuare il percorso evolutivo della persona e di consigliarla su come evitare di incorrere in abitudini che frenano la sua crescita spirituale.

Vediamoli ora nel dettaglio…

1 – Simboleggia l’uomo in piedi, colui che prende parte all’opera della creazione. Il numero uno rappresenta l’inizio o meglio il principio dell’iniziazione e l’impulso, è il numero dal quale prende origine un’idea, nasce una vita. Raffigura anche l’indipendenza, la forza, l’energia, l’individualismo. Il numero uno caratterizza tutti i “leader”, quelle persone che vivono in una prospettiva mitica e che agiscono con energia convinti di lottare per una giusta causa e capaci di apportare cambiamenti positivi per l’umanità intera. L’ambizione è grandissima e si unisce ad un’ideale profondo che porta a raggiungere posizioni di rilievo. A livello psichico questo numero dona la capacità di affermarsi e di esprimere la propria individualità. In forma negativa è anche il numero che evidenzia l’egoismo e l’arroganza; questi due difetti possono essere degli aspetti comuni nelle prime fasi della vita delle persone caratterizzate dal numero uno, infatti nell’età giovanile potrebbero avere la tendenza a muoversi con scarso rispetto per gli altri e per l’ambiente che li circonda.

2 – Questo numero rappresenta il principio della dualità: l’opposizione, il conflitto, il bene e il male, il maschile e il femminile. Rappresenta simbolicamente la relazione, della sensibilità verso gli altri e comunica collaborazione, propensione alle relazioni, l’unione, la sensibilità. Spesso gli individui del ”2″ ricorrono alla meditazione per sconfiggere la loro innata ansia interiore. Le persone caratterizzate da questo numero hanno un’energia intimamente femminile, atta a ricevere, sono magnetici, molto intuitivi e sensibili. Sono degli eccellenti collaboratori perché pur esprimendo la loro individualità riescono a vivere in armonia con chi li circonda; riescono infatti ad essere compagni perfetti anche se sono spesso indecisi poiché vedono il duplice aspetto di ogni cosa, vigendo in loro la “legge del contrasto”.

 

 

 

3 – Questo numero è da sempre stato identificato come numero fondamentale, quello che simboleggia l’uomo generato dal Cielo e dalla Terra. Indica il principio della crescita, la creatività, la curiosità, una buona comunicazione, l’espressione e lo sviluppo dell’energia, inoltre dona spiritualità e ottimismo. Le persone caratterizzate dal numero 3 hanno un’energia giovanile che nasce dalla combinazione della forza innovatrice dell’Uno e l’intuizione e il magnetismo del Due. Sono allegri ed entusiasti, amichevoli e socievoli, attratti dai piaceri della vita, dall’opulenza, dal divertimento. le personalità “3″ riescono a catalizzare l’attenzione su di loro e di certo non passano inosservati anche se a volte per questo loro atteggiamento vengono scambiate per persone superficiali. Hanno un alto bisogno di attenzione e per questo imparano l’arte della conversazione e dell’umorismo. Nella forma negativa si avrà una cattiva comunicazione ed una tendenza al pessimismo.

4 – Questo numero è associato alla figura geometrica del quadrato e quindi indica il solido, il materiale, la concretizzazione delle rappresentazioni mentali, la realizzazione in senso materiale. Raffigura l’attuale mondo fisico, la globalità del creato, in altre parole la Terra con tutte le sue presenze fisiche. Mentre i primi tre numeri lavorano sul piano interiore, il numero 4 opera a livello pratico, quindi stimola ad utilizzare le qualità dell’individuo affinché riesca ad esprimere quanto di tangibile e concreto vi è nel suo intimo.

Il “4″ rappresenta la stabilità, la concretezza, la capacità di portare a termine quello che ci si prefigge con una grande forza di volontà. La sua è un’energia costruttiva e conservatrice, consapevole della necessità di agire nel mondo materiale. A livello psichico sono individui con un evidenziato senso della responsabilità e amano le tradizioni, sono intelligenti e riservati. Questo numero è di solito associato ad un aspetto fisico molto attraente.

Nell’aspetto negativo i numeri 4 sono spesso egocentrici, disfattisti e aggressivi anche perché nell’esistenza si ritrovano a dover fronteggiare ricorrenti alti e bassi e quindi si sentono spesso incompresi dagli altri.

5 – Questo numero è legato al cambiamento, alla libertà, alla capacità di vivere in modo intenso, all’esplorazione sia fisica che mentale, alla passione, alla sensualità e alla buona sorte. Rappresenta il numero del volere divino (la stella a cinque punte o il fiore a cinque petali che si trova nelle cattedrali gotiche) e quindi simboleggia l’anima, l’etere, il centro.

Sul piano psichico il numero cinque indica un carattere facile ai cambiamenti ma inquieto; l’energia del 5 è collegata al pianeta Mercurio: attiva, estroversa in continua espansione infatti, la sua posizione centrale, tra 1 e 9, guida verso luoghi sconosciuti. Sono individui curiosi, con uno spiccato senso della libertà personale e fortemente competitivi e istintivi.

Le personalità “5″ si ritrovano nello studio dell’astrologia, psicologia e altre discipline analoghe perché, quando sono abbastanza evoluti, cercano di espandere la loro consapevolezza. Nonostante una condizione economica a tratti “incerta”, essi sono in grado di risparmiare per i momenti più difficili. Nell’aspetto negativo i numeri “5″ sono decisamente impazienti e dovrebbero e ascoltare di più le opinioni altrui; inoltre, pur essendo abili e pieni di risorse dovrebbero prestare attenzione ai pericoli derivanti dagli eccessi.

6 – Il numero 6 simboleggia il punto di arrivo, la responsabilità, le unioni durevoli, la famiglia. E’ simbolo rappresenta dell’equilibrio, dell’armonia con se stessi e con il mondo. E’ il numero che racchiude sia il bene che il male, il possibile conflitto tra il Creatore e la sua creatura, come congiungimento e come ribellione. L’energia del sei si esprime quindi attraverso il dare e ricevere amore e supporto, infatti le persone dominate da questo numero dimostrano un continuo bisogno di occuparsi degli altri e sviluppano idee che possono migliorare il mondo. A livello psichico il numero 6 caratterizza individui energici ma sensibili; molto ricettivi, cordiali, amorevoli, socievoli e amanti dei viaggi; sono, inoltre, dotati di talento artistico (soprattutto nell’ambito musicale) e creativo.

7 – Questo numero è il simbolo della conoscenza e della scoperta e della ricerca in tutte le forme soprattutto, mistica. È il numero dell’apprendimento, della dottrina scientifica, della profondità della vita, della concezione filosofica, della totalità; infatti questo numero corrisponde alle gerarchie angeliche, ai giorni della settimana, ai gradi di perfezione, ai sette cieli che insieme creano la perfezione; in sintesi, il numero 7, penetra negli strati più sottili e profondi dell’esistenza.

A livello psichico corrisponde ad individui molto ponderati, riflessivi, filosofici e spirituali. Dotati di una spiccata profondità mentale che li porta ad essere perfezionisti. La personalità “7″ ha una forte attitudine introspettiva; risulta un grande osservatore possedendo una mente brillante e meticolosa. Ama l’analisi scientifica ma anche la meditazione religiosa-spirituale. In negativo è solito prendere decisioni affrettate e non riesce sempre bene a gestire l’incredibile energia mentale.

8 – Questo numero rappresenta il controllo e la gestione del potere. Le persone caratterizzate dal numero 8 vogliono raggiungere obiettivi concreti. Questo numero dona la capacità di realizzare i progetti con ambizione e capacità di programmazione nonché perseveranza. L’energia dell’otto guida alla realizzazione che può diventare straordinaria se si unisce alla percezione dei sensi e all’intuizione. E’ il numero associato all’equilibrio celeste e lo si trova sia nella ruota celtica che nella ruota buddista. È indicato come numero dell’infinito e raffigura lo stesso simbolo orientato però in verticale.

A livello psichico gli individui ”8″ sono resistenti e accettano con coraggio qualsiasi prova dalla vita. Sono riflessivi, riservati, calmi a tratti nostalgici e all’esterno si mostrano sereni ed equilibrati. Hanno la capacità di adattarsi sempre alle nuove circostanze e riescono a preservare l‘affetto degli amici grazie alla loro dedizione. In negativo però sono molto vendicativi verso chi si, secondo loro, si è comportato nei loro confronti, in modo disonesto. Tendono a realizzare delle sicurezze economiche, avendo un’indole molto materialista, quindi tendono alla tirchieria e peccano di desiderio di possesso.

Generalmente rivolgono il loro interesse verso aspetti della vita più spirituali dedicandosi a discipline esoteriche, filosofiche o religiose, solo dopo essersi “posizionati” socialmente ed economicamente.

9 – Questo numero rappresenta l’universalità e la completezza. Include l’energia degli otto numeri precedenti compattandola in indulgenza e amore che domina l’individuo in positivo o negativo, vigendo la regola del “tutto o niente”; la personalità associata al nove può, per tale motivo, essere estremamente diversa: troviamo quindi, maestri, geni ma anche truffatori e arrivisti. E’ questa un energia che lascia spazio al libero arbitrio e le persone sotto l’influenza del nove sono costretti ad esercitarlo. Questo numero è legato ai nove giorni nel corso dei quali Demetra esplorò il mondo alla ricerca della figlia Persefone, ai nove mesi del periodo della gravidanza e simboleggia il compimento degli sforzi, il completamento della creazione.

Il numero 9 dona grandissima energia che tuttavia ha necessità di essere ben canalizzata. Gli individui del “9″ sono molto particolari che si distinguono dalla massa ma risultano sempre stimate in ambito sociale. Possiedono un intuito particolarmente forte e riescono, con la loro comunicazione, ad influenzare le persone. Sono coraggiosi, intraprendenti, carichi di entusiasmo e risoluzione, ma solitamente riescono a conseguire la loro realizzazione oltre i 40 anni.

FONTE

La sposa 40enne lascia un posto vuoto per il figlio morto. Ma quando vede chi si presenta alla cerimonia, non riesce a trattenersi.

Due anni fa, Becky Turney, dell’Alaska (Stati Uniti), ha vissuto il peggior incubo per un genitore: il figlio Triston, 19 anni, è morto. La donna ha provato ad andare avanti e due anni più tardi ha sposato l’uomo della sua vita, Kelly Turney. Naturalmente, in un giorno così speciale, la donna non poteva non pensare al suo Triston, ed ecco perché la 40enne aveva lasciato un posto vuoto con questo messaggio:

“Sono in Paradiso il giorno del tuo matrimonio. Cosa posso fare? Scendere sulla terra e trascorrerlo con te. Riservami quindi un posto, basta una sedia. Magari non mi vedrai, ma sarò lì”. In realtà, il futuro marito aveva in serbo per lei una sorpresa ben più grande. 

Qualche minuto prima che la cerimonia avesse inizio, l’uomo aveva voluto presentarle qualcuno: il suo nome era Jacob Kilby, aveva 21 anni ed era volato alle nozze da San Diego per incontrarla. Quando Becky lo ha visto è scoppiata subito a piangere, ha capito subito chi fosse il ragazzo.

Due anni prima, quando il figlio era morto, Becky aveva donato gli organi del ragazzo. E il suo gesto aveva salvato la vita di ben 5 persone. Una di queste era proprio Jacob, che aveva ricevuto il cuore di Triston nell’ottobre del 2015. L’allora fidanzato di Becky aveva pianificato per mesi questo incontro.

 

 

Il momento in cui i due si sono visti è difficile da descrivere a parole. La donna aveva potuto sentire nuovamente il battito del figlio grazie a uno stetoscopio. E anche se Triston non era fisicamente presente, lo sapeva comunque vicino. “Ho perso la testa. Ero felice come una ragazzina, saltava su e giù. È stato incredibile. Non ho mai avuto una sorpresa come questa in tutta la mia vita. In genere, scarto i regali di Natale prima del tempo e poi li rimetto sotto l’albero, tanto sono curiosa. Che quindi mio marito sia riuscito nell’impresa è davvero incredibile”, ha raccontato la donna.

Jacob è nato con la sindrome del cuore sinistro ipoplastico e si era dovuto sottoporre a ben tre interventi prima di ricevere il primo trapianto, quando aveva solo 2 anni. Ma nel 2015 aveva avuto dei problemi e subito dopo un infarto. Era quindi stato inserito nella lista per ricevere un cuore nuovo, e nell’ottobre di quell’anno gli era stato trapiantato quello di Triston. Per Becky sapere che la morte del figlio aveva salvato altre vite era stata una grossa consolazione. “Mi ha reso molto orgogliosa il fatto che Triston avesse lasciato il suo retaggio”. 

Kelly spera che la scelta della moglie possa ispirare altre persone a pronunciarsi a favore della donazione degli organi: “Si tratta di un atto generoso che può salvare tante vite. E si crea un legame molto profondo con chi ha ricevuto il trapianto” ha spiegato l’uomo.

Inutile dire che tutti i presenti alla cerimonia avevano gli occhi pieni di lacrime. Perdere un figlio è quanto di più doloroso possa succedere a un genitore, ma grazie alla sorpresa del marito, Becky ha potuto sentire vicino Triston quel giorno. E naturalmente Jacob non ha esitato neanche un istante ad accettare l’invito alla cerimonia. Una storia tragica che ha avuto un lieto fine grazie alla generosità di Becky.

Metti le dita in questa posizione, e guarda cosa accade al tuo corpo:Sorprendente

o toga aiuta tantissime persone a ritrovare l’equilibrio psichico che spesso viene perso nella quotidianità a casa dello stress quotidiano a cui ci si sottopone di continuo. Oggi vi parleremo in particolare di una tecnica nota come mudra: originaria dell’India. Con questa tecnica, riuscirete a mettere le mani in posizioni che vi aiuteranno a rilassarvi e a ritrovare il benessere.

1- La posizione Surya Mudra: Per la digestione, perdita di appetito e per combattere la febbre.

 

 

2. Quando UNISCI palmi delle mani avrai una migliore circolazione sanguigna.

 

 

 

3- Massaggiare il palmo, inspirare ed espirare tre volte. Il palmo è collegato alle emozioni e sentimenti.

 

4 Se si preme il mignolo per 5 minuti, questo può aiutare a controllare il nervosismo, stress e perdita di autostima.

 

 

5. Premi il tuo anello per bene e si potrai ritrovare rapidamente la compostezza.

 

 

6- Per combattere la noia e la rabbia, premere il dito medio.

 

7- Premere il dito indice in modo che Questo ti aiuti a controllare  la delusione e la vergogna. Questo può anche aiutare a controllare gli spasmi muscolari.

 

 

8. Infine, il pollice. Premere il pollice e così la vostra ansia ed emicrania spariscono!

 

Metti mi piace