Ecco come correggere i PIEDI PIATTI e alleviare il dolore con questi 3 semplici esercizi

 Il piede piatto porta a diversi sintomi e conseguenze, ai quali si può cercare di rimediare eseguendo degli esercizi utili. Molto spesso questa patologia è dovuta a dei deficit costituzionali e endocrini che portano alla formazione di una struttura della pianta del piede che non sorregge bene l’apparato muscolo scheletrico.

SINTOMI
I sintomi del piede piatto iniziano spesso con un dolore al piede che si estende fino al polpaccio. Questo dolore si avverte particolarmente quando si è in piedi o quando si cammina. Se non si prendono delle giuste precauzioni, ben presto si osserveranno delle anomalie della struttura del piede. Infatti, si avrà difficoltà a flettere il piede e ci si affaticherà subito. Quindi bisogna intervenire immediatamente.

CONSEGUENZE
Il piede piatto se non trattato porta all’instaurarsi dell’artrosi, postura scorretta, valgismo alle ginocchia e inclinazione in avanti del bacino con una conseguente lordosi lombare.

ESERCIZI

Per il trattamento del piede piatto esistono degli esercizi utili da eseguire.
La cinesiterapia si occupa di ristabilire l’efficienza del piede e di tutta la struttura muscolare e scheletrica del soggetto. L’esercizio fisico aiuta i muscoli a restare giovani. All’inizio potrete svolgere degli esercizi per rafforzare i muscoli che sorreggono l’arco plantare. In un secondo periodo invece potrete svolgere degli esercizi più impegnativi con un carico.

TOWEL SCRUNCH
Uno dei migliori esercizi per i piedi piatti consiste nell’accartocciare un asciugamano usando i piedi, ossia il “towel scrunch“. Si tratta di un esercizio molto utile per rinforzare i muscoli del piede.
Per effettuare questo esercizio, mettetevi a piedi nudi, seduti su una sedia, e stendete un asciugamano sul pavimento. Successivamente poggiate i piedi sull’asciugamano e utilizzando le dita dei piedi cercate di “accartocciare” l’asciugamano portandolo verso di voi. Ripetete almeno 3 serie ogni giorno.
Ecco qui di seguito il video che vi mostrerà l’esercizio:

 

Potrete fare lo stesso utilizzando una pallina da tennis che vi aiuterà ad allentare le tensioni sulle gambe e a migliorare la circolazione periferica. Mettetevi seduti e lasciate scivolare la pallina sotto il vostro piede, muovendola in direzione antero-posteriore. Dopodiché passate a dei movimenti rotatori. Potete fare lo stesso esercizio anche in piedi esercitando così una maggiore pressione. Ripetete il procedimento almeno 3 volte al giorno. Anche quest’esercizio viene spiegato tutto nei minimi dettagli in questo video:

PIEDE PIATTO NEI BAMBINI

Nel caso dei bambini potrete iniziare con degli esercizi semplici e divertenti come:
– camminare sulle punta dei piedi
– camminare sui talloni
– camminare con la parte esterna del piede
– camminare con la parte interna del piede
Poi successivamente passeremo ad altri esercizi utilizzando delle palline o dei piccoli oggetti; in questo caso il bambino si impegnerà a raccogliere l’oggetto “accartocciando” il piede e a portarlo in un certo punto della stanza. E’ molto importante in questa fase che il bambino sia seguito da un ortopedico.
Vi proponiamo il video qui in basso:


CHE SCARPE ACQUISTARE
Per chi soffre di piedi piatti anche la scelta delle scarpe è molto importante. Esse non dovranno essere né troppo alte e né troppo basse. Delle scarpe da running vanno benissimo, con un tacco di tre, quattro centimetri e con una pianta abbastanza larga. Possono essere utili anche dei plantari da mettere all’interno delle scarpe.(fonte)

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi

Loading...
SHARE