5 piante da mettere in camera da letto per conciliare il sonno

Il Pothos è una pianta che non ha bisogno di molte cure e che aiuta a purificare l’aria. Le sue foglie sono tossiche, quindi bisogna mantenerla lontana da bambini ed animali domestici

Piante per conciliare il sonno? È possibile che il titolo di questo articolo vi abbia sorpreso. C’è una cosa da tenere in considerazione: per dormire bene, è necessario anche un ambiente tranquillo che favorisca il rilassamento.

Di certo più di una volta vi sarete svegliati nel cuore della notte con una sensazione di inquietudine e soffocamento. Questo si deve al fatto che la maggior parte delle volte lo stress e l’ansia si accumulano. 

Una cosa semplice come controllare questi focus di preoccupazione quotidiana e creare un ambiente in cui vi sia calma, pace e che sia purificato ci aiuta a riposare molto meglio, giorno dopo giorno.

A tale scopo, oggi nel nostro spazio vogliamo spiegarvi quali sono le piante più adatte per conciliare il sonno, poiché anch’esse possono favorire il riposo e depurare l’ambiente.

Ve ne parliamo a seguire.

1. Il gelsomino

Esistono più di 200 tipi di gelsomino ed è una delle piante con maggiori effetti calmanti e rilassanti. La sua fragranza inebriante ha un effetto sedante che migliora di gran lunga la qualità del nostro sonno.

  • Il gelsomino è una pianta rampicante e molte specie sono così fragili che la cosa migliore sarà tenerle in casa in un vaso.
  • Si tratta di una delle migliori piante per conciliare il sonno grazie alle sue proprietà calmanti; inoltre, è di facile coltivazione. Avrete bisogno solo di un vaso basso e di abbondante terra vegetale.

2. La lavanda

stanza da letto ordinata e con piante

Gli oli essenziali della lavanda sono i più utilizzati per ottenere un riposo adeguato. È sufficiente versare alcune gocce sul cuscino per chiudere gli occhi placidamente e rilassarsi.

  • Perché non tenere una pianta di lavanda in casa? Sarà ottima per facilitare il risposo dei bambini ed evitare che in estate vengano disturbati dalle zanzare.
  • Alla lavanda piace un terreno secco e pietroso, quindi ricordate di mettere uno strato di ghiaia in fondo al vaso e di piantare i semi in autunno.
  • È una pianta che cresce molto, è resistente e decora in modo molto gradevole le stanze creando un ambiente in cui regni la calma ed il sollievo.

3. Aloe vera

Secondo la stessa NASA, l’aloe vera è una delle migliori piante per conciliare il sonno: ha la meravigliosa capacità di purificare l’ambiente e di arricchirlo di ossigeno.

  • Non dubitate nel collocare piante di aloe vera in tutte le stanze della casa. Grazie ad esse, otterrete un sonno più ristoratore in quanto l’atmosfera sarà più pulita e più pura.
  • Collocate la pianta di aloe vera di fronte alle finestre, affinché riceva la massima luce solare.

 

 

 

 

4. Giglio della pace

Giglio della pace

Un nome evocatore per una bellissima pianta. La peculiarità del giglio della pace è che non ha bisogno di molta luce solare e permette di filtrare le sostanze tossiche come il benzene, cloruro di etile e le tossine di formaldeide.

  • Tra le piante che conciliano il sonno, il giglio della pace è molto apprezzato perché contribuisce alla purificazione degli ambienti e dota la stanza da letto di grande bellezza ed eleganza.
  • Se volete mettere un giglio della pace in camera da letto, collocatelo in un angolo caldo in cui non arrivi molta luce. Dovrete innaffiarlo con acqua distillata ed arricchire la terra con fertilizzanti solubili.

5. Il pothos

Il pothos (Scindapsus Aureus) è una pianta molto conosciuta e che quasi tutti abbiamo avuto o abbiamo in casa. Un aspetto importante da tenere in conto, però, è che le sue foglie sono tossiche, pertanto è meglio mantenerla lontana dai bambini e dagli animali domestici.

  • Oltre a questo avvertimento, bisogna segnalare che si tratta di una pianta molto potente: il pothos è in grado di ripulire l’aria da sostanze tossiche come il formaldeide, presente nelle vernici dei mobili e che viene sprigionato giorno dopo giorno.
  • Non ha bisogno di molte cure, motivo per il quale è così comune trovarla nella maggior parte delle case: ha bisogno solo di un po’ di sole di mattina e di acqua una o due volte alla settimana.
  • Se desiderate pulirne le foglie quando sono piene di polvere, utilizzate un panno inumidito di latte. Brilleranno e saranno più sane.

piante per conciliare il sonno

Per concludere, queste piante per conciliare il sonno sono facili da trovare e da coltivare. Sono belle e favoriscono un ambiente gradevole in cui, grazie alle loro proprietà naturali, godere di un’aria più pura.

Se inoltre controllate la temperatura della stanza da letto, facendo attenzione che non superi i 21 ºC, otterrete un sonno più tranquillo e ristoratore. Una volta superati i 26 ºC, si presentano disturbi, il caldo e quel nervosismo con cui è più difficile riposare.

Quindi… con quale pianta decorerete la vostra camera da letto?(fonte)

Related posts: